venerdì 23 novembre 2012

Scena inedita - il cavaliere d'inverno


Proseguiamo la scoperta dell'edizione speciale di THE BRONZE HORSEMAN 2011 con la traduzione della scena inedita inserita alla fine del libro.

"I suoi ricordi tremolavano 
come bolle davanti a lei "


PER LEGGERE IL FILE: LEGGI

PER SCARICARE DIRETTAMENTE IL FILE: DOWNLOAD

Con questa scena Paullina vuole creare un "ponte" con il suo nuovo libro Children of Liberty pubblicato all'estero da un mesetto. Come sapete Paullina in questo periodo è in tour e sta rilasciando diverse interviste, per questo motivo presto dedicherò un post sulle ultime novità!!! ^_^


PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATI:
-leggi tutte le TRADUZIONI
- guarda il post dedicato all'EDIZIONE SPECIALE DI THE BRONZE HORSEMAN 2011 
- leggi la lettera di Paullina Simons in esclusiva sul blog

E NON PERDETEVI LE TRADUZIONI DEI CAPITOLI DI CHILDREN OF LIBERTY ....ON LINE A DICEMBRE ! ! ! 

Un grazie e un abbraccio al Translation Tank 
(Bethel - Ellis - Jomax)

11 commenti:

solstiziodestate ha detto...

Grazieeeeeeeeeeeee!!! <3

Sapete quali parti mi sono piaciute di questa scena?
In primis il loro modo di muoversi. Come un balletto. Questo allungare i tempi per non separarsi. È proprio da Tatiana =).
Il fatto che parlino di sciocchezze come le caramelle, indice per me di come possano parlare per ore anche delle cose più sceme senza mai stancarsi.
Il riferimento al domino che mi riporta al Lazarevo che sarà . =)
“Quindi lei sbarcò, lo conobbe e s’innamorarono?” disse Tatiana. “Così?”. Qui Tatiana è davvero dolce. Le suona quasi troppo semplice un amore così istantaneo tra i genitori di lui. Ma non è così che è successo a loro due? In quella domenica di giugno?

“Non proprio.” Non disse più niente volontariamente e smise di sorridere. “Avevano un paio di cose da risolvere prima.” Come non incuriosirsi. Cosa ci sarà stato da risolvere??

Lei si assicurò di non incontrare i suoi occhi color creme brûleé quando lo disse.
“Tutto ha funzionato alla fine, però,” disse Tatiana, restando in argomento con vivacità. Dopo tutto, tu sei qui. La Tatiana coraggiosa che fa di tutto per la sua famiglia, impavida ma che evita lo sguardo di lui. L’unica cosa che l’ha sempre intimidita. E quel “dopo tutto, tu sei qui”. Si. Non poteva essere da nessun’altra parte se non accanto alla sua Regina del Lago Ilmen.

Francesca ha detto...

Poter leggere ancora un pezzettino della bellissima storia di Tatiana e Alexander ha un valore inestimabile. Con queste parole: "Dopo tutto tu se qui" Tatiana ha dato un senso alle sofferenze e agli sbagli dei genitori di Alexander.
Temo che il nuovo libro non eguaglierà mai "il cavailere d'inverno" ma quando arriverà anche in Italia lo comprerò sicuramente. Un'altra cosa sicura sono le lacrime.... purtroppo sappiamo tutti già in partenza che non ci sarà nessun lieto fine per loro!
Grazie per la traduzione e lo splendido lavoro che fate e che condividete.

Francesca

Martina S. ha detto...

Oddio che bello!!
All' inizio pensavo si trattasse di una scena dove la nostra Paullina ci avrebbe mostrato un'altra spezzone di vita di Tania e Shura a Lazarevo, inceve non è stato così anzi molto di più! Con queste pagine la scrittrice, oltre a rimostrarci i nostri amati, penso abbia voluto incanalarci in quella che sarà la storia dei genitori di alexander. Stuzzicandoci e emozionandoci attraverso i racconti di alexander getta le basi di un' altra storia che, secondo il mio parere, si prospetta all' altezza del cavaliere d inverno.
Non vedo l'ora di vedere l' incontro tra l' americano Harry e la giovanissima immigrata italiana Gina....oh sì non vedo l' ora!! Speriamo venga pubblicato presto in italia...nel frattempo io un postino in libreria glielo preparo! Hi hi
Grazie mille!

Crème Brulée ha detto...

Sono felice che la nuova scena vi sia piaciuta! Paullina è come sempre geniale ed è riuscita a creare un collegamento importante con il suo nuovo libro (non vedo l'ora che esca anche in Italia!!!).

Certo sappiamo già come va a finire la storia tra i genitori di Shura, ma il fatto di sapere il finale non toglie il fatto che sarà una grande storia d'amore! Le premesse ci sono tutte. E poi non dimentichiamoci che non abbiamo la certezza sulla fine di Gina...chissà se Paullina si inventa qualcosa!!! ^_^


Francesca ha detto...

"E poi non dimentichiamoci che non abbiamo la certezza sulla fine di Gina" ..... Creme mi hai letto nel pensiero! Anche io ho sempre avuto un certo dubbio sulla fine di Jane. Secondo me Paullina non ha insinuato questo dubbio per niente quando ne "il giardino d'estate" dicono ad Alexander che sua Madre è in carcere a scontare la sua pena, per ricattarlo. Anche se verseremo tante lacrime non vedo l'ora di leggere il nuovo libro!

Crème Brulée ha detto...

Bravissima Francesca hai capito perfettamente quello che pensavo!!
Secondo me Paullina ci stupirà con qualche colpo di scena.
Se non è ancora viva Gina, sicuramente si saprà che fine avrà fatto...
anche se credo che il tutto verrà sviluppato nella seconda parte di Children of liberty (ricordiamoci che ci saranno minimo due libri!!!).

per ora non si sa quando uscirà in Italia, ma se volete lo potete trovare in inglese!!! ^_^


DARKinside ha detto...

Grande Crème! ho appena letto la scena inedita e sono sbalordito! Bellagrand, se non sbaglio, è il titolo iniziale che voleva dare a Children of liberty. Sono estremamente curioso di leggere il libro tanto da essere tentato a compralo in inglese...Tatiana ed Alexander ci hanno stregato, penso che la storia dei genitori di Alexander però ci appassioni in maniera differente...non so, più familiarmente tenera. Sapere che grazie a loro si è dato vita a quella che è la storia d'amore più bella del mondo penso che sia un fattore molto condizionante. :) ad ogni modo, sono sicuro che Paullina avrà fatto un ottimo lavoro. come sempre...

Ti saluto e ti auguro (a te e a tutte le lettrici) un serenissimo natale!

Apro una piccola parentesi (rivolta a Crème): a febbraio diventerò papà :) e se il bebè fosse stato maschio l'avremmo chiamato SENZA DUBBIO Alexander, anche perchè, come saprai, mia moglie come me adora il cavaliere...però è una femminuccia ma non si chiamerà Tatiana...se non fosse stato per il suono troppo slavo l'avremmo scelto.

Rimane il fatto però che la loro storia ci circonda sempre e ogni giorno, è una sensazione strana da spiegare ma è così...

un caro saluto

Federico

Crème Brulée ha detto...

Ciao Fede!
che bello riaverti qui sul blog!
Mi hai fatto tornare in mente tanti bei ricordi legati a tutti voi. Le mail, i commenti e il legame che si è creato.
A distanza di anni è sempre bello sapere che ogni tanto il pensiero vola qui sul blog!

Leggendo il tuo commento mi sono commossa a vedere quante belle emozioni ti sta regalando la vita.
Ti faccio le mie congratulazioni per il matrimonio (sono davvero felicissima che vi siete sposati!!!) e per il lieto evento di febbraio. Davvero un grande in bocca al lupo per questa nuova avventura!

L'idea di chiamarlo Alexander mi ha fatto sorridere, sarebbe stato un piccolo Shura stupendo!!! eh eh!
Confesso che anche io ho fatto questo discorso con il mio fidanzato più di una volta (parlando del nostro futuro e dell'ipotesi di avere dei bambini) e insieme abbiamo convenuto che il nome Tatiana potrebbe risultare molto impegnativo da portare, soprattutto qui in Italia. Forse il nome Tania è un po' più dolce.
Sono curiosa di sapere che nome le darete, quindi quando avrete deciso sperò verrai a raccontarcelo.

Tania e Shura ci hanno regalato la capacità di guardare con il cuore la nostra vita e per questo che ci accompagnano nei nostri piccoli gesti quotidiani, nei sorrisi e negli sguardi.

Per quanto riguarda Children of liberty posso dirti che Paullina ne scriverà una trilogia (o almeno un altro libro). La storia è così intensa che per essere sviluppata al meglio aveva bisogno di più pagine.
Questa settimana pubblicherò la traduzione dei primi due capitoli così potrai leggerli.
se proprio non resisti alla tentazione potresti comprarti il formato e-book che è sicuramente più economico.
Io sono curiosissima di sapere che fine ha fatto la madre di Shura. è viva? o noo??

Colgo l'occasione per fare a te e alla tua famiglia un speciale augurio di Buon Natale.
Un abbraccio fortissimo

Cristina

DARKinside ha detto...

Ciao Cry!

eh si, concordo su tutte le tue affermazioni, in realtà già sappiamo come chiamare la bimba: il suo nome sarà Isabel. :)

E' un nome che suona in maniera dolcissima, che ho amato dal primo momento che l'ho sentito. Non si accosta al nome di Tania, ma spero che diventi una piccola lei comunque! ;)

Ora che ci penso, forse mi ero scordato di dirti che mi sono sposato! ebbene si! mi sono unito in matrimonio alla mia Tania (Laura) il 27 Agosto del 2011!

Sin dal primo istante in cui scoprimmo che saremo diventati genitori il nostro pensiero volava sul nome Alexander, chissà che magari un domani Isabel avrà un fratellino... non avremmo nessun dubbio sul nome! :D

Tornando al discorso libro: vedrai che Paullina ci stupirà e scopriremo che Gina non è morta o comunque non è morta come tutti sappiamo, è un colpo di scena quasi inevitabile, sarebbe una fine troppo repentina quella che tutti conosciamo...poi sappiamo bene che Paullina ama tenere in vita e torturare i protagonisti (se pensiamo a tutto quello che hanno passato Tatia e Shura e, nonostante tutto, sono rimasti in vita, non avrei problemi ad immaginare che almeno a Gina succederà la stessa cosa!)ma staremo a vedere... ;)

Ti ringrazio per le belle parole Cri, e spero di continuare a sentirti così da poterci raccontare come va la vita! :)

Ora mi leggo con comodo i primi due capitoli di Children of Liberty! ( a proposito: ammiro il tuo contiuo impegno a mandare avanti il blog e a dedicarti così diligentemente alle opere di Paullina, mi riempie di gioia sapere che qui posso ancora trovare le persone con cui un tempo ho condiviso tante idee ed emozioni sul cavaliere)

Ciao Cri!

Un abbraccio e un augurio di BUONE FESTE da me, Laura e Isabel dal pancione! ^^

Federico

DARKinside ha detto...

Ciao Cry!

eh si, concordo su tutte le tue affermazioni, in realtà già sappiamo come chiamare la bimba: il suo nome sarà Isabel. :)

E' un nome che suona in maniera dolcissima, che ho amato dal primo momento che l'ho sentito. Non si accosta al nome di Tania, ma spero che diventi una piccola lei comunque! ;)

Ora che ci penso, forse mi ero scordato di dirti che mi sono sposato! ebbene si! mi sono unito in matrimonio alla mia Tania (Laura) il 27 Agosto del 2011!

Sin dal primo istante in cui scoprimmo che saremo diventati genitori il nostro pensiero volava sul nome Alexander, chissà che magari un domani Isabel avrà un fratellino... non avremmo nessun dubbio sul nome! :D

Tornando al discorso libro: vedrai che Paullina ci stupirà e scopriremo che Gina non è morta o comunque non è morta come tutti sappiamo, è un colpo di scena quasi inevitabile, sarebbe una fine troppo repentina quella che tutti conosciamo...poi sappiamo bene che Paullina ama tenere in vita e torturare i protagonisti (se pensiamo a tutto quello che hanno passato Tatia e Shura e, nonostante tutto, sono rimasti in vita, non avrei problemi ad immaginare che almeno a Gina succederà la stessa cosa!)ma staremo a vedere... ;)

Ti ringrazio per le belle parole Cri, e spero di continuare a sentirti così da poterci raccontare come va la vita! :)

Ora mi leggo con comodo i primi due capitoli di Children of Liberty! ( a proposito: ammiro il tuo contiuo impegno a mandare avanti il blog e a dedicarti così diligentemente alle opere di Paullina, mi riempie di gioia sapere che qui posso ancora trovare le persone con cui un tempo ho condiviso tante idee ed emozioni sul cavaliere)

Ciao Cri!

Un abbraccio e un augurio di BUONE FESTE da me, Laura e Isabel dal pancione! ^^

Federico

Jessica Maifredi ha detto...

Posso chiedere una cosa? 'Il cavaliere d'inverno' è difficile da leggere in lingua? :)

Ti piace il mio blog?

SONDAGGI SONDAGGI SONDAGGI SONDAGGI

consiglio fantasy: ROBERT JORDAN

"La Ruota del tempo gira e le Epoche si susseguono, lasciando ricordi che divengono leggenda;
la leggenda sbiadisce nel mito, ma anche il mito è ormai dimenticato, quando ritorna l'Epoca che lo vide nascere.
In un'Epoca chiamata da alcuni Epoca Terza, un'Epoca ancora a venire, un'Epoca da gran tempo trascorsa, il vento si alzò fra le colline.
Il vento non era l'inizio
Non c'è inizio né fine, al girare della Ruota del Tempo.Ma fu comunque un inizio."
La Ruota del Tempo - L'Occhio del mondo